joomla social media module

Un match al cardiopalma quello che si è vissuto sabato 21 gennaio al Pala Pregnolato del Rione Isola.

I giallo verdi sapevano di non avere strada facile coi Vicentini del Montecchio Precalcino – la formazione di Mister Carpinelli - al secondo posto della classifica di A2. Ad aumentare la tensione già percepibile, le tribune occupate all’inverosimile segno che ormai la città si sta affezionando a questa Amatori Vercelli, nata dalle ceneri della vecchia formazione piemontese, ed è dunque pretenziosa di risultati positivi. E così è stato, perché se è vero che un pareggio per 6 a 6, apporta un magro punto al bottino dei gladiatori di Mister Ortogni, è comunque un modo per restare avvinghiati a una posizione degna nella classifica generale che ora, su 12 posizioni, vede l’Amatori assestarsi all’ottavo posto a soli 2 punti dalla quinta in classifica . Sugli spalti a emozionarsi per un goal segnato, e soffrire per un’espulsione o  un rigore subito le ormai immancabili presenze quali il Sindaco Maura Forte, nomi noti dell'eccellenza vercellese, sponsor e i ritrovati affezionati tifosi della Curva.  

Il gioco è stato fin da subito vivace e sicuramente non ha dato a nessuna delle formazioni la sensazione di dominare totalmente l’avversario; è stata una rincorsa alla rete costante; se nel primo tempo le doppiette di Clavello sembravano aver intimorito l’Amatori, il leone ha rincominciato a ruggire e dopo una rete di Buralli, seguita a stretto giro dai punti avversari di Meneghini e Reti, al recupero ci ha pensato Leo Sanpellegrini emulato a  24:30 dal compare Buralli.

Sul risultato parziale del primo tempo di 3 a 4 , dalla curva nord si è levato l'inconfondibile coro d’incitamento stimolando i piemontesi affinchè ritrovassero la grinta che in altre occasioni ha regalato il successo e la speranza della rimonta. E così, il ritmo si è fatto subito frenetico: complice una rete di Clavello e i molti falli assegnati dall’arbitro inamovibile ai vercellesi, le espulsioni di giocatori in entrambi i fronti, han costituito l’input per ribaltare le previsioni. E’ toccato a Sanpellegrini segnare la quarta rete ben presto bissata dalla maglia numero 8 con un tiro diretto su punizione. Ma anche i vicentini hanno aumentato l’aggressività, sferrando la sesta rete senza però contare la carica di Santo Leo pronto a chiudere l’azione con la sesta e definitiva rete a pochi secondi dalla fine.

Al fischio finale, l’invasione di campo dell’allenatore Ortogni, del vice Mirko Giarolo con abbracci commossi ai giocatori hanno caratterizzato e concluso una partita sicuramente, in quanto a mix di emozioni, da incorniciare.

e.r.